Progetto senza titolo

4 Curiosità sul caffè che non sapevi!

Il caffè è una delle bevande più consumate e discusse al mondo e su quest’ultima se ne sentono dire di tutti i colori. Ma ci sono quattro cose che forse ancora non avevi mai sentito.

Andiamo a scoprirle in questo breve articolo.

Iniziamo subito!

Qual è il paese che beve più caffè in assoluto?  

Il paese dove si consuma più caffè è la Finlandia, con 12 kg l’anno pro-capite. L’Italia si trova solo al dodicesimo posto della classifica, con 5,9 kg di caffè pro-capite, dopo Svizzera, Canada, Danimarca, Austria, ecc. La media di consumo mondiale è di 1,3 kg all’anno per persona.

Qual è l’ora migliore per bere il caffè?

Per rispondere a questa domanda ci viene in aiuto la scienza. Infatti, secondo le neuroscienze e la crono-farmacologia, sembrerebbe che dalle 9 e 30 alle 11 e 30 del mattino sia il lasso di tempo migliore per consumare la nostra amata bevanda.

Il caffè può essere una medicina

Secondo uno studio del 2008, condotto dall’ università di Lund in Svezia, bere caffè ridurrebbe il rischio di cancro al seno, almeno per le donne che hanno una variante relativamente comune del gene CYP1A2, che aiuta a metabolizzare estrogeni e caffè.

Inoltre, nel 2011, la Harvard School of Public Health ha riferito di uno studio su 48.000 uomini, che bevendo sei o più tazze al giorno di caffè hanno ridotto del 60% il rischio del cancro alla prostata.

Infine, sembrerebbe che il caffè sia anche un ottimo “antidepressivo”: sempre secondo l’Harvard School of Public Health, le persone che consumano dalle 2 alle 4 tazzine di caffè al giorno hanno il 50% di possibilità in meno di togliersi la vita rispetto alle altre.

Il caffè piace agli artisti e agli sportivi

Al compositore Johann Sebastian Bach il caffè piaceva così tanto da dedicargli una cantata: il Kaffeekantate, eseguita a Lipsia, in Germania, tra il 1732 e il 1735.

Per quanto riguarda gli sportivi, secondo uno studio dell’Università del Queensland, è curioso notare come 14 ciclisti che avevano assunto il caffè un’ora prima di una corsa guadagnavano il 2% in termini di velocità.

Perché si chiama così?

Alcuni commercianti arabi, intorno all’anno 1000, portarono dai loro viaggi in Africa dei chicchi di caffè da cui traevano una bevanda eccitante per ebollizione che chiamavano qahwa (“eccitante”). Da qui alla parola turca kahve e all’italiano caffè il passo è stato breve.

Ma c’è chi sostiene che il nome in realtà derivi da Caffa, regione dell’Etiopia dove cresce spontaneamente.

Speriamo che questo articolo ti sia piaciuto. Se così fosse ci puoi dare una mano a diffonderlo condividendolo nei social! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *