coffee-cup-2317201_1280

Il caffè allunga la vita? Sembrerebbe di si!

Ottime notizie per tutti noi!

Sembrerebbe che Il nostro amato caffè può allungarci la vita.

Non è di certo una nostra invenzione ma un’affermazione che proviene da due importanti studi scientifici pubblicati su Annals of Internal Medicine.

Il primo studio è su larga scala – sono stati infatti oltre 520.000 i soggetti coinvolti, da 10 Paesi europei – sul rapporto tra l’assunzione di caffè e il rischio di mortalità, ed è stato firmato da ben 48 ricercatori.

Il secondo studio invece ha lavorato sull’associazione tra caffè e mortalità su un bacino multietnico di 185.000 afroamericani, nippoamericani, latinoamericani e caucasici. Trovando che i benefici del caffè sono simili per tutte le etnie, e ottenendo risultati numerici del tutto analoghi a quelli europei, tanto che i due studi si possono sintetizzare così:

Chi consuma una tazza di caffè al giorno – rispetto a chi non lo beve – ha un rischio inferiore del 12% di morte.

Ma non finisce qua…

Va ancora meglio a chi consuma tre o più tazze: il rischio di mortalità, rispetto ai non bevitori, è più basso del 18%.

Come si può spiegare questo effetto benefico del caffè?

Il caffè contiene numerosi composti che presentano ottime proprietà antiossidanti

I benefici maggiori riportati dallo studio sono per l’apparato digerente, infatti, chi consuma più di tre tazze di caffè, se maschio, ha una mortalità inferiore del 59% e, se donna, inferiore del 40%.

Oltre un terzo delle cause di morte per malattie del tratto digestivo considerate nello studio riguarda il fegato.

Chi consuma caffè ha un migliore profilo enzimatico del fegato

Inoltre, il consumo di caffè è associato anche a un migliore controllo del glucosio e un più basso tasso di infiammazione nell’organismo.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile.

Se ti è piaciuto aiutaci a diffonderlo condividendolo sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *