La Bellezza a Portata di Tazzina!

Fino a qualche anno fa era impensabile associare il principio della bellezza all’oro nero fonte di energia.

La caffeina è sempre stata la regina delle nostre pause, il pretesto per incontrarsi, la ragione di salvezza negli intensi pomeriggi di studio, ma a quanto pare non è abbastanza.

Oggi ne abbiamo la conferma.

L’Università Navarra di Pamplona e la Technische Universität di Berlino hanno avviato una ricerca che ha prodotto risultati molto interessanti, pubblicati poi sul Journal of Agricultural and Food Chemistry.

La scoperta riguarda il potenziale antiossidante e drenante rintracciabile sia nei semi che nei fondi di caffè.

Questi prodotti vengono chiamati neurocosmetici perché agiscono sulle terminazioni nervose della pelle, stimolano cioè il rilascio di ormoni e neurotrasmettitori (dopamina e serotonina) che agiscono sulla luminosità e sulla tonicità del viso.

Attivano anche la lipasi, cioè il processo di scioglimento del grasso nelle cellule, tonificano i vasi sanguigni e stimolano il microcircolo e il drenaggio dei liquidi accumulati.

Quali sono dunque gli impieghi del caffè nel settore della cosmesi?

Non è difficile al giorno d’oggi trovare prodotti eccellenti sia per il corpo che per il viso.

Per il corpo, i derivati del caffè possono essere impiegati come: scrub o fanghi da utilizzati nelle zone critiche per ridurre la cellulite (con impacchi localizzati prima della doccia); defaticante per gambe e piedi, soprattutto dopo intense giornate; lozione capelli con azione tonificante sui bulbi, stimolandone la crescita e combattendo anche la formazione della forfora.

Mentre per il viso, si trovano in commercio creme contro borse e occhiaie, maschere purificanti e rassodanti o filtri solari per proteggere il contorno occhi dai raggi UV.

Inoltre ha un’interessante funzione deodorante sulle mani, soprattutto dopo il contatto con alimenti o prodotti dalla profumazione estremamente persistente.

Il mondo del caffè cela un potenziale che non conosciamo, fatto di diversi impieghi, anche in farmacologia e in cosmesi.

Eppure lo spazio più bello e rassicurante in cui vogliamo vederlo è circoscritto alla nostra mano.

Se questo articolo ti è sembrato interessante aiutaci a diffonderlo condividendolo sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *