woman-3083378_1280
Read More

Chi dice Donna, dice… Caffè!

Soffermiamoci per un momento sulla parola “forza”. Cosa possiamo dire?

Sicuramente per la grammatica italiana si tratta di un sostantivo femminile singolare.

Avete letto bene, il genere della parola è femminile, non maschile.

Un motivo di riflessione per tutti noi che minimizziamo spesso il valore di queste grandi creature che sostengono da sempre le proprie famiglie e hanno cercato di ritagliarsi uno spazio nel mondo lavorativo.

Le Donne infatti sono portatrici di virtù e per le loro giornate intense hanno bisogno di qualcosa che possa aiutarle a sostenersi.

Quale miglior alleato se non il caffè? 

Fin dal Seicento, periodo della diffusione della bevanda nera in Europa, le donne ne furono subito attratte, divenendo anche motivo di ispirazione nel panorama artistico.

Molti furono gli artisti che gli dedicarono delle opere come la Kaffecantate di Bach, che mette in musica la simpatica vicenda di una ragazza talmente amante del caffè da firmare un contrato matrimoniale che lo impedisse di consumarne grandi quantità.

Tra gli illustri pittori anche Renoir, Manet, Botero, Van Gogh e Munch hanno voluto dedicare un piccolo spazio della propria tela per la bevanda nera.

Oltre quindi ad essere stato ispirazione per alcuni artisti del panorama occidentale, il caffè oggi rappresenta la conditio sine qua non per “sopravvivere” agli impegni o per consolidare i rapporti.

È infatti risaputo che le donne approfittano volentieri di quella che viene comunemente intesa come la “scusa del caffè” per lasciarsi andare a qualche confidenza con le amiche o per ritagliarsi dei momenti di relax.

Per queste ragioni, la donna, sembra incarnare tutte le caratteristiche che di solito vengono attribuite anche al caffè: forte, deciso, dolce e doppio.

Forte perché, come abbiamo affermato prima, la donna è il pilastro portante di ogni famiglia e riesce a contrastare le insidie della vita con determinazione.

Deciso come senso di risolutezza e di caparbietà femminile (meglio intesa come testardaggine).

Dolce perché, nonostante tutto, sono lo scrigno emozionale più bello che ci sia.

Doppio perché dimostra le energie di una squadra femminile, pur essendo una sola.

La realtà è che ogni donna ha sfaccettature diverse, pregi e difetti, battaglie perse e vittorie acclamate ma davanti ad un caffè tutto questo acquista connotazioni speciali, intime e divertenti.

Noi di Cafè Noir amiamo le donne che sorseggiano il nostro caffè e si lasciano andare a sogni e progetti, e se qualche volta mancano, non ci fermiamo: andiamo a preparare una tazza di caffè e le invitiamo a sorridere.

Se questo articolo ti è sembrato interessante aiutaci a diffonderlo condividendolo sui social!